Campagna social di Friends of Glass con bottiglie cantanti

Le qualità del vetro “messe in musica” sulle note di hit internazionali e con le voci della band danese ‘The Bottle Boys’ in collaborazione con uno dei rapper e comici inglesi più famosi, Ben Bailey Smith, alias Doc Brown. La community europea “Friends of Glass” ha lanciato la campagna ‘Endless Chorus’ per condividere la storia della riciclabilità e della sostenibilità del vetro in maniera avvincente, istruttiva ed ironica, incoraggiando, allo stesso tempo, i millennials a riciclare. Lo rende noto un comunicato.

‘Endless Chorus’ vede la partecipazione di note celebrità che, in un bar di Bruxelles, frequentato da studenti internazionali, animano una bottiglia di vetro che canta con i clienti, dando enfasi alle qualità ambientali del packaging in vetro che ha infinite vite e può essere riciclato all’infinito in nuove bottiglie e barattoli. Il che vuol dire nessuno spreco, minore quantità di materie prime ed energia utilizzate e meno inquinamento.

I cantanti ripropongono una serie di cover iconiche di hit musicali degli ultimi 100 anni (dal 1910 agli anni 2000). Gli artisti hanno riportato in vita i brani più cari di Louis Armstrong, Fats Domino, Petula Clark, Kool & the Gang, Peter Bjorn and John, realizzando un “mashup” che racconta le diverse vite del vetro e i suoi benefici.

Secondo un recente studio InSites condotto su scala europea, commissionato da Friends of Glass, sebbene nel complesso l’85% degli europei raccomanderebbe il vetro come packaging ad amici e familiari, i millennials sono meno consapevoli dei vantaggi derivanti dall’imballaggio in vetro.

Le bottiglie parlanti, create da Illustrious, una società inglese di tecnologia del suono guidata da Martyn Ware, che ha fatto parte della band Heaven 17, sono al 100% in vetro e dispongono di una base stampata in 3D dotata di tecnologia Bluetooth per catturare il suono nell’ambiente circostante.

Fonte: www.ansa.it